Ma forse anche Greta non lo sa…

1.00

Senza gas serra il nostro pianeta sarebbe una palla di
ghiaccio congelata, mentre con un aumento incontrollato
di gas serra la terra sarebbe invivibile. Ma come arriviamo
a questa convinzione? Ne hanno parlato e ne parlano con
grande capacità di persuasione e convincimento sia Greta,
la adolescente svedese che ha mosso milioni di studenti nel
mondo sia Francesco, il Papa che con la Laudato Sì ha posto in
relazione inscindibile giustizia climatica e giustizia sociale.
Greta e Francesco ci chiedono responsabilità e una coscienza
sociale che abbia cura della Terra e che impedisca la fi ne della
nostra storia.
Chiedono di ascoltare la voce della scienza e di disporre le
nostre coscienze ad una conversione ecologica integrale.
Niente mezzi termini, dunque!
Ma, mentre cresciamo non solo emotivamente, ma maturando
contemporaneamente una coscienza politica di specie,
dobbiamo accrescere anche la nostra comprensione scientifi ca
della realtà, la quale non è semplicemente “quel che ci appare”.
In altri termini, dobbiamo condividere il percorso assunto dal
metodo scientifi co più fecondo e riproducibile, nella sequenza
osservazione, ragionamento, esperimento.
Nel caso del cambiamento climatico, propongo qui di
partire dal guardare il cielo in diverse giornate e trovare in
esso un’enorme varietà di cose, compreso, a volte, i nostri
sentimenti. Basta la curiosità suscitata dal mutare delle
colorazioni dell’atmosfera da celeste profondo a rossastro
mentre cala il sole o, ancora, provocata dal buio trapunto
di stelle o, infi ne, la sorpresa di veder trasformarsi la pioggia
in neve in una giornata di primo inverno. Una curiosità, una
sorpresa che richiedono spiegazione: possiamo, cioè, ridurre la
realtà del colore e del calore che osserviamo coi nostri sensi
all’azione di un numero piccolo di eventi elementari che si
combinano in modi diversi?
Nelle note che seguono cercheremo di stupirci prima e
di trovare poi un modello unifi cante che dia ragione della
colorazione e del contenuto di calore della sottile pellicola
(atmosfera), che rende unico e abitabile il nostro pianeta.
Nella coerenza tra la nostra esperienza e la spiegazione
dei fenomeni di interazione tra la radiazione e la materia,
potremmo forse vagliare al meglio l’emergenza più grande del
secolo.

Svuota
COD: N/A Categoria:
Condividi

Informazioni aggiuntive

Formato

PDF, Epub, Mobi

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.